Gran Bretagna Inghilterra

Un capolavoro di geologia: la Jurassic Coast

Un tipico panorama della JURASSIC COAST

Esiste un tratto di costa nel sud-ovest d’Inghilterra che è un viaggio attraverso il TEMPO lungo 155 chilometri.
Strati antichissimi di roccia da leggere come pagine di un libro che ci illustra qualcosa come 185 milioni di anni di storia della Terra.
Questo libro incredibile – e bellissimo da sfogliare – si chiama JURASSIC COAST, perché le stratificazioni di roccia che lo compongono appartengono alle ere geologiche del GIURASSICO, del TRIASSICO e del CRETACEO e portano impresse tracce evidenti di antichi deserti, mari tropicali, foreste primordiali e verdeggianti acquitrini prosciugatisi milioni d’anni or sono.
Ci troviamo lungo il Canale della Manica, fra EXMOUTH nel DEVON e la Baia di STUDLAND nel DORSET e l’importanza scientifica di quest’area è tale da esserle valsa la nomina a sito naturale Patrimonio dell’Unesco.

Una delle magnifiche spiagge lungo la JURASSIC COAST

Una delle magnifiche spiagge lungo la JURASSIC COAST

Non serve però essere appassionati di geologia per rimanere folgorati dalla bellezza straordinaria della JURASSIC COAST…è sufficiente avere occhi per guardare! La grande varietà di rocce che la compone è stata infatti plasmata dal mare in una serie impressionante di bellissime baie, spiagge riparate e vertiginose scogliere, con tanto di archi e faraglioni a creare un paesaggio davvero mozzafiato.
Un viaggio – anche breve – da quelle parti, a caccia di fossili e di meraviglie costiere (ma non solo!), lo consiglio caldamente a chiunque ami strabiliarsi di fronte ai grandi capolavori di Madre Natura.

Panorami lungo il SOUTH WEST PATH, che corre dalla Cornovaglia fino alla JURASSIC COAST

Panorami lungo il SOUTH WEST PATH, che corre dalla Cornovaglia fino alla JURASSIC COAST

Non occorre avere tanti giorni a disposizione e nemmeno affrontare costi esorbitanti. Nei mesi estivi RYANAIR offre voli diretti Bergamo-Orio al Serio/BRISTOL (ve ne sono anche da altri aeroporti italiani) oppure si può sempre optare per un volo su LONDRA, come abbiamo fatto noi che siamo partiti a inizio febbraio – in piena “low season” – il periodo ideale per “beccare” tariffe da vero affare e schivare le folle di turisti…i classici due piccioni con una fava! Poi un’auto a noleggio…e viaaaa, l’avventura comincia!!!
Facciamo base nella splendida campagna a ridosso della costa – rilassante e verdissima anche nel cuore dell’inverno – punteggiata di pecore e di quei tipici cottage in pietra sormontati da tetti di paglia, così pittoreschi che sembrano usciti direttamente da una fiaba illustrata.

La rilassante campagna del DORSET

La rilassante campagna del DORSET

Per essere precisi alloggiamo a poche centinaia di metri dal minuscolo villaggio di EAST LULWORTH, al BOTANY FARM HOUSE B&B, un vecchio cottage assediato da una vegetazione così rigogliosa e indisciplinata, che più che un giardino sembra una selva… Il tempo pare essersi fermato a qualche secolo fa: ingresso e soffitti così bassi da dover chinare la testa, finestre piccole, interni bui, arredi vecchi e polverosi, pavimenti scricchiolanti e porte in legno rustico con chiodi piantati a mo’ d’attaccapanni! Nelle stanze una piacevole e incontrollata profusione di ninnoli, tappeti, merletti e tappezzerie floreali…

L'esterno del BOTANY FARM HOUSE Bed & Breakfast

L’esterno del BOTANY FARM HOUSE Bed & Breakfast

 

La nostra stanza al BOTANY FARM HOUSE B&B di EAST LULWORTH

La nostra stanza al BOTANY FARM HOUSE B&B

I cultori dello stile “minimal” e gli allergici agli acari qui ci potrebbero persino schiattare, ma a noi questo posto eccentrico piace davvero!
“QUIRKY” (ecco come verrebbe definito oltremanica) e unico nel suo genere, almeno quanto la spassosa coppia che lo gestisce! E la mattina c’è pure una cerbiatta che arriva puntuale come un orologio svizzero a fare colazione in giardino, sul retro della casa…

Ma passiamo al bottino di meraviglie che da questa bizzarra e strategica postazione – in tre giorni soltanto – abbiamo fatto nostro
– Il primissimo posto da vedere, trovandosi da quelle parti, è la magnifica LULWORTH COVE, la baia forse più famosa della zona, forgiata nella notte dei tempi dalle forze congiunte di un fiume e del mare.
La sua forma circolare è così perfetta da far supporre che gli elementi si siano armati di un compasso e che, una volta rifinita, l’abbiano poi incastonata lungo la costa come una gemma preziosa.

La splendida LULWORTH COVE, dalla forma perfettamente circolare

La splendida LULWORTH COVE, dalla forma perfettamente circolare

Dista solo pochi passi da WEST LULWORTH, un grazioso villaggio molto turistico che, pur offrendo tutti i servizi, è riuscito a mantenere una piacevolissima atmosfera d’altri tempi. Per i più pigri, c’è anche un grande parcheggio proprio a ridosso della baia, che immagino preso d’assalto durante i mesi estivi.
Ai lati opposti dell’insenatura partono sentieri che si ricongiungono in cima alla scogliera a formare il SOUTH-WEST COAST PATH, un tracciato a lunga percorrenza che ha inizio addirittura in Cornovaglia e che corre, corre, fino al Dorset, arrivando a coprire l’intera JURASSIC COAST.
Percorrerne anche solo un pezzettino è un impegnativo saliscendi che esige fiato e gambe buone, ma che ripaga la fatica con panorami a dir poco strepitosi!

Un tipico scorcio del villaggio di WEST LULWORTH, nei pressi della LULWORTH COVE

Un tipico scorcio del villaggio di WEST LULWORTH, nei pressi della LULWORTH COVE

 

Uno scorcio della LULWORTH COVE dal SOUTH WEST COAST PATH

Uno scorcio della LULWORTH COVE dal SOUTH WEST COAST PATH

– L’altro “pezzo forte” è la DURDLE DOOR, un’autentica meraviglia geologica di fama internazionale, collocata fra SWANAGE e WEYMOUTH, in uno scenario naturale da paura. Il modo più spettacolare per raggiungere questo possente arco di roccia color del miele, è arrivarci imboccando il sentiero che sale in forte pendenza dall’estremità ovest della LULWORTH COVE.
Per chi invece non è in vena di di faticare troppo, c’è un comodo parcheggio nei pressi del DURDLE DOOR HOLIDAY PARK, il punto più vicino alla meta che si possa raggiungere in auto. Mi raccomando però, fate almeno la fatica di scendere la ripida scalinata che porta alla grande spiaggia dorata, perché in un posto del genere bisogna come minimo metterci i piedi!

Lo straordinario arco di roccia detto DURDLE DOOR

Lo straordinario arco di roccia detto DURDLE DOOR

 

Vista panoramica sulla DURDLE DOOR e sulla bellissima baia che la ospita

Vista panoramica sulla DURDLE DOOR e sulla bellissima baia che la ospita

– Il luogo più insolito della zona è invece senza dubbio il villaggio fantasma di TYNEHAM, rannicchiato in una piccola valle appartata appena a est di LULWORTH.
Qui il tempo si è fermato al 17 dicembre 1943, quando gli ultimi abitanti lasciarono le loro case per ordine del WAR OFFICE di Winston Churchill, convinti che un giorno – a guerra finita – avrebbero potuto farvi ritorno.
Quel giorno non arrivò mai e ancora oggi il villaggio è sotto la tutela del MOD (Ministry of Defence), che dai tempi del D-DAY utilizza questo gioiello di territorio come base d’addestramento dell’esercito britannico. L’accesso è consentito solo nei weekend o durante i mesi estivi, quando le operazioni militari sono sospese (controllate sempre le date esatte sul web) e se questo da un lato fa gridare al sacrilegio, dall’altro ha impedito un qualsivoglia sviluppo urbanistico nel raggio di chilometri…

Il villaggio fantasma di TYNEHAM

Il villaggio fantasma di TYNEHAM

 

La chiesetta di TYNEHAM in ottimo stato di conservazione

La chiesetta di TYNEHAM in ottimo stato di conservazione

Vero è che quelle case derelitte, quella vecchia cabina telefonica, la chiesa e la scuola rimaste lì per anni – come gusci vuoti – ad aspettare invano i legittimi fruitori, un certo effetto lo fanno davvero…

– C’è poi la WORBARROW BAY, uno spettacolo di spiaggia sassosa ai piedi di ripide scogliere, che si raggiunge da TYNEHAM con una piacevole passeggiata di 20 minuti circa. Una volta lì, ci si può semplicemente godere il panorama, cercare fossili sulla spiaggia oppure salire in cima al promontorio ad est della baia, per poi procedere – fra scenari grandiosi – fino alla KIMMERIDGE BAY. E ne vale davvero la pena! Cosa c’è di più esaltante che sfidare la forza bruta del vento e camminare per ore – con la bocca vuota di parole e gli occhi pieni di meraviglia – ubriacandosi soltanto di iodio, di limpido sole invernale e di panorami d’infinita bellezza? Arrivarci in macchina (ovviamente per altra via) si puo’, ma ci si perde il meglio dello spettacolo!
Attenzione però…buona parte del percorso lungo la scogliera rientra nella zona controllata dal MOD (vedi punto precedente), con tutte le restrizioni del caso…

la splendida baia di WORBARROW

la splendida baia di WORBARROW

 

Panorami lungo il SOUTH WEST COAST PATH fra la baia di WORBARROW a quella di KIMMERIDGE

 

La vista verso la KIMMERIDGE BAY

La gloriosa vista verso la KIMMERIDGE BAY

– Ma non finisce qui, perché non esiste zona d’Inghilterra in cui un qualche re, duca o anche semplice lord, non abbia lasciato almeno un castello…
Da queste parti ce ne sono due: il primo decisamente in rovina e affidato alle cure del NATIONAL TRUST, l’altro invece in perfetto stato di conservazione e ancora oggi abitato dalla nobile famiglia Weld.

Le rovine del CORFE CASTLE sulla collina nell'omonimo villaggio

Le rovine del CORFE CASTLE sulla collina nell’omonimo villaggio

Dell’antico CORFE CASTLE, un tempo torreggiante sull’omonimo villaggio e ridotto in macerie dai cannoni di Cromwell, rimane ben poco, ma quel poco che resta merita sicuramente una visita. Se non altro per la collocazione suggestiva al centro di un morbido paesaggio di ondulate colline – le PURBECK HILLS – che vanno a perdersi dolcemente all’orizzonte.

I panorami che si aprono dal CORFE CASTLE valgono bene il prezzo dell'ingresso!

I panorami che si aprono dal CORFE CASTLE valgono bene il prezzo dell’ingresso!

 

Un altro scorcio suggestivo dalle rovine del CORFE CASTLE

Un altro scorcio suggestivo dalle rovine del CORFE CASTLE

Il CASTELLO di EAST LULWORTH fu invece costruito all’inizio del XVII sec quale casino di caccia e solo successivamente divenne una vera e propria dimora nobiliare. Dal 1998 viene aperto al pubblico (sei giorni alla settimana, nel periodo fra Pasqua e Natale), che può visitarne sia la splendida tenuta – perfetta per rilassanti passeggiate o per pic-nic all’aria aperta – che gli interni; nei mesi invernali l’accesso è invece limitato al parco.
I battenti restano chiusi il sabato (estate e inverno) giorno in cui la famiglia WELD ha deciso di tenersi il castello tutto per sé!

Il CASTELLO di EAST LULWORTH al centro di una splendida tenuta

Il CASTELLO di EAST LULWORTH al centro di una splendida tenuta

– La rassegna potrebbe chiudersi qui, ma occorre prima almeno citare WARHEAM e SWANAGE, placida cittadina fluviale la prima, vivace località balneare la seconda… Un salto veloce veloce bisogna proprio farcelo, non foss’altro che per respirarne l’atmosfera squisitamente “British”!!!

E così, fra una tranquilla passeggiata lungo l’estuario del RIVER FROME e un gustoso FISH&CHIPS consumato sul molo vittoriano di SWANAGE – ammirando le barche variopinte ormeggiate sul fiume e le cabine colorate sulla spiaggia sabbiosa – ci congediamo da questo pezzo d’Inghilterra davvero entusiasmante

Il pittoresco villaggio di WAREHAM, sull'estuario del RIVER FROME

Il pittoresco villaggio di WAREHAM, sull’estuario del RIVER FROME

 

Il molo di SWANAGE

Il molo di SWANAGE, una tipica località balneare all’estremità orientale della JURASSIC COAST

 

QUALCHE INFORMAZIONE PRATICA
Per arrivarci:
– Volo diretto Ryanair per BRISTOL (da Bergamo, Bologna, Treviso… solo fra marzo e fine ottobre). BRISTOL è il “punto d’approdo” diretto più comodo per visitare la JURASSIC COAST e dista da WEST LULWORTH circa 120 km.
– Volo per Ryanair o EasyJet per LONDRA
WEST LULWORTH dista 220 km dall’aeroporto di GATWICK, 230 km da quello di LUTON e 275 km da STANSTED.
In realtà, l’aeroporto londinese più comodo per raggiungere questa zona, sarebbe quello di HEATROW, che dista 183 km da WEST LULWORTH, purtroppo però non è servito da voli low-cost.
Per esplorare questa bellissima area in massima autonomia e libertà, è consigliabile noleggiare una macchina.

Per dormire:
BOTANY FARM HOUSE B&B uno dei bed&breakfast più bizzarri in cui ci sia mai capitato di alloggiare… Consigliatissimo a chi ama i luoghi dall’aria vissuta – decisamente fuori dagli schemi – e a tutti i nostalgici dei bei tempi andati. Off-limits invece per gli igienisti intransigenti che non possono sopportare quel tantino di polvere e, of course, per i patiti degli ambienti zen o high-tech!
Almeno la colazione – comunque – metterebbe d’accordo tutti: semplicemente fantasticaaaaa!!!!

Per trovare alternative in zona: jurassiccoast.org/discover/where-to-stay

Per mangiare:
THE WELD ARMS – un pub pieno d’atmosfera, a pochi passi dal castello di EAST LULWORTH. Se amate gli ambienti caldi dei tipici pub di campagna, il crepitio del fuoco, il profumo affumicato della legna, la buona birra locale e la semplice cucina tradizionale ben presentata, allora il WELD ARMS è il posto che fa per voi. Ci sono anche camere molto belle (e un po’ care) al piano superiore, con prezzi più abbordabili nei mesi invernali.

THE WELD ARMS, l'unico pub presente a EAST LULWORTH

THE WELD ARMS, l’unico pub presente a EAST LULWORTH

 

THE OLD GRANARY – splendidamente affacciato sul fiume FROME a WAREHAM, questo bell’edificio di mattoni rossi, un tempo magazzino per il grano e poi pub, è stato oggi trasformato in un ristorante dagli interni moderni e luminosi, che offrono una vista impagabile sulle PURBECK HILLS. L’ambiente è davvero piacevole e la cucina niente male… Un indirizzo da tenere assolutamente presente quando si bazzica da quelle parti!

L'ottimo ristorante "THE OLD GRANARY" lungo le sponde del RIVER FROME a WAREHAM

L’ottimo ristorante “THE OLD GRANARY” lungo le sponde del RIVER FROME a WAREHAM

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply
    Beatrice
    2 febbraio 2016 at 8:35

    Come si fa a non amare questa terra? Sono sempre più convinta che tutto Il Regno Unito sia magnifico! Che paesaggi Ilaria, che posti! Un’alra cosa da aggiungere alla mia lunghissima lista di luoghi da visitare in UK!

    • Reply
      ilaria
      2 febbraio 2016 at 13:42

      Una terra davvero magnifica, che ti riempie il cuore! Oltretutto neanche così lontana e difficile da raggiungere (benedetti siano i voli low-cost!!!)… E pensare che per molti Regno Unito vuol dire solo Londra! Città fantastica, siamo assolutamente d’accordo, ma c’è tanto tanto di più da scoprire oltremanica!!! Io non mi stancherò mai di tornarci e di esplorarne angoli sempre nuovi! Grazie per il passaggio Beatrice e alla prossima…

      • Reply
        Beatrice
        3 febbraio 2016 at 16:53

        Pensa Ilaria, che a me Londra non è piaciuta nemmeno un pò 🙁 Devo ritornarci però, magari è stato solo un periodo sbagliato…boooo! Alla prossima, un abbraccio1

        • Reply
          ilaria
          19 febbraio 2016 at 0:07

          Scusami Beatrice, mi ero persa questa tua replica! Io manco da Londra ormai da un bel po’ di anni, però ho tanti bei ricordi legati a quella città! Strano che non ti sia piaciuta, perché è davvero un concentrato di fascino britannico in versione super cosmopolita!!!! Una città che sprizza energia da tutti i pori… Che cosa non ti è piaciuto in particolare?

  • Reply
    ANTONELLA
    3 febbraio 2016 at 12:37

    …diventa un piacere sostituirvi , se poi posso godermi queste foto e i tuoi racconti…

    • Reply
      ilaria
      3 febbraio 2016 at 13:45

      Un piacere che vedremo di procurarti moooolto spesso!!!!!!!!! La vita è breve, no? E c’è un mondo di meraviglie che ci aspettano, pronte a suggerirmi migliaia di racconti!!! E’ un peccato mortale lasciarli lì inespressi…

  • Reply
    Francesca
    18 febbraio 2016 at 12:39

    Ciao, bellissimo il tuo racconto di viaggio. Sto organizzando un viaggio per questa estate in Cornovaglia (ci sono stata a giugno scorso, ma desidero visitare alcuni posti con più calma) e pensavo di concludere il viaggio con la Jurassic coast. Sei riuscita a vedere tutti quei posti in soli tre giorni? Quante notti dovrei prevedere 2 o 3? Mi sono veramente innamorata del tuo racconto, delle tue foto, non posso non concludere il viaggio lì.

    • Reply
      ilaria
      18 febbraio 2016 at 14:21

      Grazie mille Francesca, sono proprio contenta di averti convinto a visitare la Jurassic Coast! E’ davvero una zona splendida e merita sicuramente almeno 3 notti. Quello che ho descritto nel mio post è esattamente quello che siamo riusciti a fare in 3 giorni pieni (fermandoci appunto a dormire 3 notti) e calcola che era inverno e che le giornate non erano certo lunghe come quelle estive!!! Devo dire che il meteo ci ha molto aiutato e che noi siamo camminatori instancabili… Comunque vedrai che in quel lasso di tempo riuscirete a vedere un bel po’ di cose. Ricontattami pure nel caso avessi domande o dubbi sull’organizzazione del viaggio.

  • Reply
    Paola Pareglio
    4 giugno 2017 at 17:56

    Cara Ilaria,
    siamo appena tornati dal tratto di Jurassic Coast del quale hai redatto questo perfetto itinerario. A parte una piccola variante lo abbiamo seguito alla lettera. Volevo ringraziarti di cuore ed informarti che ti nominiamo nostra guida ufficiale dei nostri viaggi in UK…dove peraltro viviamo!
    Grazie ancora
    Paola

    • Reply
      ilaria
      5 giugno 2017 at 11:10

      Ma grazie carissima Paola, è un vero piacere ricevere commenti come questo! E un vero onore essere nominata vostra guida ufficiale per il Regno Unito, paese (o meglio, insieme di paesi) che amo pazzamente e dove voi avete la fortuna di vivere! Dove esattamente, se posso chiedere?
      Ti auguro una buona giornata e ti ringrazio ancora per il tuo commento, che ha illuminato la mia!!! Ciaooo

      • Reply
        Paola
        16 giugno 2017 at 21:24

        Scusa tantissimo, ho visto solo ora la tua risposta. Pensavo mi sarebbe arrivata una notifica della tua risposta. Stasera parlavo di te e del tuo itinerario con una mamma / amica inglese la quale vorrebbe fare lo stesso tragitto….sono tornata su questa pagina per vedere se per caso c’era anche la versione in inglese!….e scopra questa tua bella risposta
        Ti seguo ora anche su Instagram. Le tue foto sono meravigliose. Noi viviamo nel Kent.
        A presto!
        C’e` modo, volendo, di contattarti anche in maniera non pubblica?

        • Reply
          ilaria
          16 giugno 2017 at 22:26

          Figurati Paola, non devi scusarti di nulla, anzi mi spiace che non ti sia arrivata la notifica! Grazie mille per i complimenti, davvero sempre graditissimi! Se vuoi contattarmi privatamente mandami pure una mail all’indirizzo ila.scot@icloud.com
          Il Kent è una regione che ancora mi manca e che immagino bellissima, io amo il Regno Unito e mi piacerebbe molto vivere lì! Buona serata (anzi, notte oramai!) e a risentirci presto…
          PS purtroppo per ragioni di tempo non ho previsto una versione inglese del mio blog! Certo sarebbe un bel modo per ampliare il mio pubblico, ma con un lavoro a tempo pieno si fa quel che si può!

    Leave a Reply

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.