Gran Bretagna Isole Ebridi Esterne Scozia

EBRIDI ESTERNE – 10 spiagge da sogno nei CARAIBI DEL NORD

I colori purissimi dei CARAIBI DEL NORD

ACQUE così LIMPIDE E CRISTALLINE e di un AZZURRO così puro che – a fissarle – gli occhi fanno male.
SABBIA FINISSIMA – tanta, tantissima sabbia a perdita d’occhio – che te la senti scricchiolare sotto i piedi come un immenso tappeto sonoro.
E sopra – immenso – il CIELO!!! Che quando è sgombro da nubi si fa luminoso al punto che non c’è occhiale da sole che tenga…

NO, non sto parlando di rinomate spiagge del mediterraneo e nemmeno di qualche esotica meta caraibica da cartolina…
TUTTO QUESTO – incredibile, ma vero – LO PUOI TROVARE IN SCOZIA, e se c’è una parte di quella magica terra dove i paesaggi marini raggiungono apici di sublime bellezza, quelle sono – senza ombra di dubbio – le EBRIDI ESTERNE.

Di queste schegge solitarie di terra – poste ai margini nord occidentali d’Europa – vi ho già parlato diffusamente e già vi ho detto quanto profondamente le amo.
Quello che voglio fare adesso è presentarvi la mia speciale selezione delle SPIAGGE più sensazionali, più meravigliose, più incredibilmente integre, PIÙ PIÙ PIÙ, che su quelle isole ho avuto il piacere immenso di calpestare!!!

La spiaggia di HUISINISH nell'isola di HARRIS

La spiaggia di HUISINISH nell’isola di HARRIS

 

Sì, è vero, l’acqua è gelida che a malapena ci intingi un piede; il vento è uno stacanovista che non conosce riposo e le temperature arrivano al massimo a sfiorare i 20 gradi, giusto quei quattro giorni all’anno in cui fa un caldo infernale!!!
Ma quegli spazi sconfinati, quei colori e profumi inebrianti, quella bellezza generosa che si offre a piene mani ai pochi intrepidi che si spingono fin qui, non fanno certo rimpiangere ombrelloni e lettini stipati sulla battigia, rivoli di sudore che scendono sulla fronte ed effluvi di olio solare trasportati dalla brezza mediterranea… ALMENO NON A ME!!!

Ecco dunque la mia “TOP TEN”, ovvero le mie dieci spiagge preferite alle Ebridi Esterne… e non prendetela per una classifica, perché ci tengo a sottolineare che le ho elencate rigorosamente in ordine sparso!!!

SEILEBOST (SOUTH HARRIS)
Probabilmente la più fotogenica di tutte le spiagge – scozzesi e non – su cui io abbia mai messo piede. Il colpo d’occhio migliore – quello da restare lì impalati e letteralmente senza fiato – lo si cattura semplicemente dal punto panoramico lungo la strada… Che vi fermiate una o cento volte, che ci sia bassa o alta marea, che l’acqua sia liscia come una tavola o sollevata in cavalloni dal vento – ve lo assicuro- l’effetto sarà sempre ugualmente devastante! Quelle montagne scure a incorniciare l’azzurro più azzurro e il bianco più bianco che si siano mai visti… Uno scenario che sembra uscito da una storia fantasy, perché tanta bellezza si spinge oltre ogni concepibile realtà…

SEILEBOST offre panorami incredibili che sembrano usciti da un film fantasy!

SEILEBOST offre panorami incredibili che sembrano usciti direttamente da un film fantasy!

 

Il magnifico colpo d'occhio sulla spiaggia di SEILEBOST

Il magnifico colpo d’occhio, dall’alto della strada, sulla spiaggia di SEILEBOST

 

TRAIGH MHOR o “THE BIG STRAND” – (isola di BARRA)
Impresa ardua tradurre in parole la magia di certi luoghi assolutamente unici! Perché questa eterea distesa di sabbia – vastissima, pianeggiante e compatta – è anche la pista di decollo e atterraggio dell’aeroporto più bello del mondo… Ebbene si, l’unico aeroporto del pianeta con voli di linea che rollano e planano direttamente sulla battigia, seguendo i ritmi quotidiani delle maree.
Poi, una volta che il rombo del piccolo velivolo diretto a Glasgow è lontano nel cielo, the “BIG STRAND” torna ad essere soltanto una straordinaria, magnifica e sconfinata spiaggia, dove camminare liberi per ore, seguendo le tracce dell’ultimo volo che si perdono all’orizzonte…

The BIG STRAND, ovvero la pista di decollo ed atterraggio dei voli di linea che collegano l'isola a GLASGOW

The BIG STRAND, ovvero la pista di decollo ed atterraggio dei voli di linea che collegano l’isola a GLASGOW

 

Il piccolo velivolo della FLYBE appena dopo l'atterraggio

Il piccolo velivolo della FLYBE appena dopo l’atterraggio

 

The BIG STRAND torna ad essere semplicemente una spiaggia...

The BIG STRAND torna ad essere semplicemente una spiaggia…

 

CLACHAN SANDS (NORTH UIST)
Due distese di sabbia bianchissima – deserte o giù di lì – una immensa e l’altra lunga e sottile come un’esile mezzaluna di luce, poste ai lati di un promontorio di un verde brillantissimo, nella punta più a nord di NORTH UIST, non lontano dal ponte che la collega all’isola di BERNERAY.
A fare da cornice, una miriade di fiori variopinti e il profilo lontano delle brulle montagne di HARRIS… Uno spettacolo di luce e colori, di profumi intensi e spazi sconfinati che lascia a bocca aperta, imprimendosi negli occhi per sempre!

L'immensa distesa di sabbia su uno dei lati del promontorio di CLACHAN SANDS

L’immensa distesa di sabbia su uno dei lati del promontorio di CLACHAN SANDS

 

Splendido MACHAIR e acque cristalline a CLACHAN SANDS

Splendido MACHAIR e acque cristalline a CLACHAN SANDS

 

La lunghissima lingua di sabbia sull'altro lato del promontorio

La lunghissima lingua di sabbia sull’altro lato del promontorio

 

LUSKENTYRE (SOUTH HARRIS)
È la più celebre e forse la più amata fra tutte le spiagge di HARRIS.
Votata fra le 10 spiagge più belle del mondo, eccezionale lo è di sicuro, e non solo per quell’acqua di un colore a metà fra lo zaffiro e lo smeraldo, o per quel tappeto di sabbia dorata che durante la bassa marea si espande all’infinito… Che dire dell’incredibile selva di dune che il vento ha plasmato alle sue spalle? Montagne fragili ed instabili, da scalare coi piedi sprofondati per metà nella sabbia, una via l’altra, e poi un’altra ancora, facendosi strada fra fili d’erba alti e pungenti come spilli, che il vento si diverte a spettinare…
Di fronte, il profilo misterioso dell’isola di TARANSAY– oggi di proprietà privata – divenuta celebre nel 2000 per avere ospitato il reality show “CASTAWAY” (una specie di “Isola dei Famosi” britannica) girato qui dalla mitica BBC.

L'accesso alla spiaggia di LUSKENTYRE attraverso le dune

L’accesso alla spiaggia di LUSKENTYRE attraverso le dune

 

L'accesso alla spiaggia di LUSKENTYRE attraverso le dune

Una passeggiata lungo le impressionanti dune di LUSKENTYRE merita almeno quanto la spiaggia vera e propria!

 

Le suggestioni create dal vento sulla cima delle dune

Le suggestioni create dal vento sulla cima delle dune

 

TRAIGH MHEILEIN (NORTH HARRIS)
uno splendore assoluto di spiaggia – così incredibilmente remota e solitaria – che quando finalmente ti ci trovi, senti il peso dell’universo concentrarsi tutto su di te. Arrivarci è un lungo viaggio…
Tanto per cominciare 15 interminabili miglia di tortuosa single track (strada a corsia unica) che, deviando verso ovest dalla strada principale (nei pressi di TARBERT) – serpeggia fino alla fine del mondo per fermarsi a HUISINISH.
Poche case malandate – oggi adibite a cottage di vacanza – affacciate su una piccola spiaggia sabbiosa inondata di luce e circondata da splendido MACHAIR. Ma questo è solo il punto di partenza…
Per raggiungere LEI, la vera chicca, occorre portarsi sul lato nord della baia, dove si trova un vecchio molo che strizza l’occhio all’isolotto deserto di SCARP.
Da lì, scrutando bene il fianco scuro della montagna, vedrete una traccia di sentiero zigzagare verso la meta. Una bella arrampicata che scalda le gambe per una quarantina di minuti circa; ma talmente panoramica che vorreste non finisse mai!
A prima vista la spiaggia sembra piccola e – diciamolo – un po’ deludente: non fate l’errore madornale di fermarvi lì!!! Procedete camminando lungo la battigia e vi troverete presto immersi in un indescrivibile paradiso selvaggio, dove non esiste traccia umana.
Un luogo di un’intensità quasi insostenibile, che tocca corde così profonde da muovere un subbuglio interiore davvero incontenibile.
Un luogo dove non esiste più nulla, solo tu al cospetto di te stesso e di un universo perfetto.

Il bianco intatto e abbagliante della spiaggia di

Il bianco intatto e abbagliante della spiaggia di TRAIGH MHEILEIN

 

Impossibile rendere a parole l'emozionante perfezione di TRAIGH MHEILEIN

Impossibile rendere a parole l’emozionante perfezione di TRAIGH MHEILEIN

 

NORTH BOSTADH (isola di GREAT BERNERA)
se mai decideste di cimentarvi in un bagno in mare a queste latitudini, NORTH BOSTADH sarebbe sicuramente il posto migliore. Perché, quando il sole splende alto nel cielo, questa piccola e deliziosa spiaggia nell’estremo nord di GREAT BERNERA, può tranquillamente essere scambiata per una caletta del mediterraneo. Dotata di acque turchesi e riparata dal vento, è un invito quasi irresistibile alla balneazione! A ricordarci che ci troviamo a latitudini diverse, oltre alle temperature, sono i resti di un antico insediamento dei Pitti, portato alla luce fra le dune – nel 1993 – dal venticello sempre lieve che soffia da queste parti. C’è anche una casa dell’età del ferro perfettamente ricostruita a dimostrazione di come si viveva a quell’epoca.

Qualche presenza umana a NORTH BOSTADH

Qualche presenza umana a NORTH BOSTADH

 

Acque turchesi e sabbia finissima: non vi viene voglia di tuffarvi?

Acque turchesi e sabbia finissima: non vi viene voglia di tuffarvi?

 

SCARISTA (SOUTH HARRIS)
esposta più che mai alla furia delle tempeste Atlantiche, è la spiaggia preferita dai surfisti, che qui trovano facilmente pane per i loro denti. Incorniciata da un fantastico GREEN, è molto amata anche dagli appassionati del golf, che giungono da tutto il Regno Unito e oltre, per il privilegio di un round al cospetto di tanta magnificenza. Dotata di una grandiosa solennità che si esprime in mille volti, essa muta continuamente nell’aspetto secondo i movimenti del cielo e delle correnti marine. Potente e corrucciata sotto un cielo tempestoso, quando alti cavalloni spumosi si rincorrono fino a infrangersi fragorosamente sulla battigia; oppure pallida ed evanescente durante la bassa marea, o negli sporadici momenti di bonaccia che la trasformano in un deserto di sabbia placido e sconfinato.
Quanto l’ho sognata SCARISTA! È rimasta dentro di me ogni giorno dopo quel fatidico mattino del 2010 in cui per la prima volta ci siamo incontrate. Ed è stato subito amore…

La grandiosa vastità di SCARISTA

La grandiosa vastità di SCARISTA

 

SCARISTA durante la bassa marea

Bassa marea a SCARISTA

 

Un surfista che si accinge a sfidare l'Atlantico

Un surfista che si accinge a sfidare l’Atlantico

 

TRAIGH ORASAIGH (isola di SOUTH UIST)
sempre ammesso che questo sia il nome giusto!!! Perché a SOUTH UIST la bassa e pianeggiante costa ovest è praticamente un’unica, interminabile spiaggia e per individuarne un tratto specifico bisogna andare più o meno a spanne!
Una striscia quasi ininterrotta di sabbia, così impalpabile che pare borotalco e orlata da inespugnabili dune ricoperte di MACHAIR – talmente esteso e rigoglioso – che aprirsi un varco verso il mare diventa spesso una “MISSION IMPOSSIBLE”!
Sono queste le spiagge più selvagge dell’intero arcipelago, ancora meno battute dal piede dell’uomo e regno incontrastato di frotte vocianti di uccelli marini. Lasciate completamente a se stesse e indubbiamente meno spettacolari, ma fortemente pervase del fascino emozionante dei luoghi segreti e dimenticati…

A un passo dalla meta: la spiaggia di TRAIGH ORASAIGH

 

Dopo tanto camminare fra interminabili distese di "machair", spiaggia finalmente conquistata!!!

Dopo tanto camminare fra interminabili distese di “machair”, spiaggia finalmente conquistata!!!

 

UIG SANDS (isola di LEWIS)
a questo luogo molto, ma molto speciale ho già dedicato un intero post.
Non starò quindi a tesserne di nuovo le lodi. Voglio solo sottolineare, ancora una volta, quanto valga la pena di spingersi fin QUI, nella parte più remota e più grandiosamente scenografica dell’isola di LEWIS. Mi raccomando, veniteci durante la bassa marea, quando la baia si trasforma in un vasto, scintillante paradiso di sabbia e capirete come mai il mio cuore ha deciso di abitare qui per sempre!

La BAIA di UIG durante la bassa marea

La BAIA di UIG durante la bassa marea

 

Le magnifiche UIG SANDS

Le magnifiche UIG SANDS

 

EOLIGARRY  (isle of Barra)
è la spiaggia che si spinge fino al punto più a nord dell’isola di Barra e la si raggiunge proseguendo lungo l’unica strada che si lascia alle spalle the “BIG STRAND”, sede del pittoresco aeroporto che vi ho già descritto sopra.
A questo punto non ho più parole per dar voce all’incanto di questi lidi nordici e lascio che a parlare siano le immagini soltanto…
Aggiungo solo che questa è l’unica spiaggia scozzese in cui ci sia mai capitato che la bassa marea rivelasse ai nostri occhi un insolito allevamento di ostriche! Che qualcuno di mia conoscenza avrebbe tanto voluto saccheggiare…

Questa è solo la parte iniziale della immensa EOLIGARRY

Questa è solo la parte iniziale della immensa EOLIGARRY

 

Allevamenti d'ostriche lungo la spiaggia, molto apprezzati da qualcuno di mia conoscenza!

Allevamenti d’ostriche lungo la spiaggia, molto apprezzati da qualcuno di mia conoscenza!

 

E l’elenco si potrebbe allungare!!! Ci sono, naturalmente, molte altre spiagge degne di nota che – per ovvi motivi di spazio – non ho citato…

Perché – non mi stancherò mai di ripeterlo – le EBRIDI ESTERNE sono un vero paradiso d’acqua, che altro non aspetta che di ubriacarvi di salsedine e riempirvi i piedi di sabbia!

Se volete maggiori informazioni su questo spettacolare arcipelago e su come raggiungerlo cliccate QUI

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    Stefania
    25 febbraio 2016 at 12:39

    Carissima Ilaria stavolta il tuo racconto e le tue magnifiche foto mi hanno proprio ipnotizzata!!!! Tutto stupendo! Ma come puo’ un luogo rapirti il cuore fino alle lacrime???? Già mi sono emozionata vedendo le foto, non voglio immaginare il tourbillon di emozioni che si è scatenato in te (avrebbe avuto lo stesso effetto su di me) man mano che ti si presentava davanti agli occhi uno spettacolo del genere come quello di tutte queste spiagge. Dobbiamo proprio dire a Madre Natura: chapeau!!!!
    Complimenti ancora una volta per tutto cio’ che scrivi e per le foto. Cosi’ facendo rendi tutti partecipi del tuo viaggiare!!! Grazie. Ti abbraccio . Stefy

    • Reply
      ilaria
      26 febbraio 2016 at 9:06

      Che dire Stefy carissima? Ci sono luoghi che ti entrano dentro e che ti cambiano per sempre… Quei luoghi sono sempre dentro di me, anche quando mi trovo a svariate centinaia di chilometri di distanza; stanno lì mentre lavoro o faccio la spesa o esco a cena con gli amici, a ricordarmi che mi aspettano! E dato che l’attesa è spesso troppo lunga, per fortuna c’è chi, come te, mi aiuta a rivivere quelle emozioni semplicemente condividendole con me! Per questo ti dico un grazie che viene dal cuore! Al prossimo viaggio insieme… Un grande abbraccio

  • Reply
    Simonetta
    28 febbraio 2016 at 9:45

    Aaaahhhhhh….che sognoooo…altro che Caraibi!!!!! Questi sono i “miei” posti….panorami mozzafiato…colori che non si riescono a descrivere a parole tanta è la loro bellezza…ma soprattutto…pace assoluta! Solo…a tu per tu con quella natura meravigliosa…quella pace che finora ho trovato solo nella mia…nostra …amata Scozia. Illy…ho letto le tue parole estasiata…e improvvisamente mi sono ritrovata a piedi nudi sulle spiagge che ho calpestato in Scozia (anche se purtroppo me ne mancano molte di quelle che hai descritto tu) acqua gelata ma io non posso farne a meno quando sono lì…devo bagnarmi i piedi nelle sue acque e sentire la sabbia finissima…mi fa sentire ancora di più in contatto con LEI ❤️ Non mi stancherò mai di dirti che tu riesci sempre a trovare le parole giuste..le parole che descrivono perfettamente la meraviglia di quei luoghi e il tuo grande amore verso di loro…e i tuoi racconti sono sempre un invito ad esplorare quei posti da sogno….
    Con tutto il mio affetto
    Simonetta

    • Reply
      ilaria
      28 febbraio 2016 at 10:34

      Chi meglio di te, Simo, poteva lasciarsi trasportare dal mio racconto??? Una volta che hai messo piede in certi posti, te li porti dentro per sempre!!! Basta guardare una foto, leggere una parola, chiudere gli occhi e….oopppsss sei già lì, con i piedi gelati affondati nella sabbia e il vento pungente a soffiarti forte i capelli contro la faccia!!! Quegli spazi e quei silenzi ti prendono l’anima e non la lasciano mai più… Grazie mille per il tuo commento pieno di passione. I nostri cuori continueranno a battere insieme per quella terra. Un grandissimo abbraccio Ilaria

    Leave a Reply

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.