Gran Bretagna Scozia

ULLAPOOL, il perfetto villaggio delle Highlands

Panorama su ULLAPOOL arrivando da sud

Di luoghi che amo in modo viscerale – in Scozia – ce n’è una lista praticamente infinita e il villaggio di ULLAPOOL è, senza ombra di dubbio, fra quelli piazzati ai primi posti.
Siamo nel selvaggio NORD-OVEST delle HIGHLANDS SCOZZESI, là dove i paesaggi si spogliano gradualmente di ogni dolcezza per mostrare un aspetto sempre più aspro, ruvido e desolato, che si esalta enormemente nel cupo rigore dell’inverno…
Salendo verso nord, i boschi e le distese erbose cedono il passo alla nuda roccia, mentre i centri abitati si fanno più radi e la presenza umana via via più esigua. Qualche foresta residua qua e là e sconfinati tappeti d’erica – tanta, tanta ERICA e TORBA!

Una tipica strada nelle NORTH-WEST HIGHLANDS

Una tipica strada nelle NORTH-WEST HIGHLANDS

 

C’è una grandiosità spoglia e misteriosa in questa parte di Scozia, in cui la bellezza della natura prende forme quasi ostili, che non smettono mai di muovere in me un vorticoso brulicare di emozioni, ogni volta che mi ci trovo nel mezzo, anche solo con il pensiero.

I sublimi paesaggi spogli appena a NORD di ULLAPOOL

I sublimi paesaggi spogli appena a NORD di ULLAPOOL

 

Da qualunque parte ci arrivi – nord, sud, oppure dal mare – ULLAPOOL compare all’orizzonte nella sua semplice bellezza, come una remota località di frontiera cui si approda dopo lungo vagare, per poi ripartire verso mete lontane.
Piccola, che più o meno in mezz’ora l’hai già girata in lungo e in largo, eppure provvista di tutto: qualche caffè e buon ristorante, un grande supermercato ben rifornito, negozi di souvenirs, una bottega di articoli sportivi, una libreria e persino un museo!!!

Il villaggio di ULLAPOOL visto da nord

Il villaggio di ULLAPOOL in inverno, così come appare arrivando da nord

 

Più penso a ULLAPOOL e più mi convinco che – in quella piccola oasi “urbana” nel regno incontrastato dell’impervia natura scozzese – ci vivrei proprio, magari in uno di quei deliziosi cottage bianchi allineati lungo il mare, con i muri intrisi di salsedine e le finestre puntate sul porto, a scrutare i grandi pescherecci ormeggiati, pronti a sfidare le tempeste oceaniche sempre in agguato.
Da ULLAPOOL, quando l’oceano lo consente, partono i traghetti della Caledonian MacBrayne diretti a STORNOWAY, nelle WESTERN ISLES (a noi meglio note come EBRIDI ESTERNE) e lì riapprodano giornalmente di ritorno dalle isole.

Il ferry della CALEDONIAN MACBRAYNE in arrivo da Stornoway

Il ferry della CALEDONIAN MACBRAYNE in arrivo da Stornoway

 

D’estate, in linea di massima, di problemi seri non ce ne sono e, al limite, se il mare è grosso si balla un po’ (o anche parecchio!), ma quando a soffiare a raffica dall’Atlantico sono le famigerate GALES invernali (venti furiosi che arrivano a superare le 100 miglia orarie), allora non ce n’è più per nessuno e capita di restare per giorni bloccati lì, nella sonnecchiante ULLAPOOL, fra le sue strade vuote in silenziosa attesa del via vai dei turisti estivi.
Il villaggio conserva intatta quella sua industriosa atmosfera di antico porto di pesca delle aringhe, adagiato com’è sulla sponda orientale del LOCH BROOM (in realtà un bellissimo fiordo marino), dove fu fondato nel 1788, proprio a quello scopo, dalla BRITISH FISHERIES SOCIETY (più o meno traducibile come “Società britannica dell’industria ittica”) e continua ad essere uno dei principali centri di pesca in Scozia.
Gironzolare senza una meta precisa – curiosando un po’ fra porto e lungomare, accompagnati dal vociare stridulo dei gabbiani residenti – è la tipica attività che tiene impegnati durante una sosta veloce, prima di salire su un traghetto o di ripartire in auto verso il grande nord.

Una veduta di ULLAPOOL dal LOCH BROOM

Una veduta di ULLAPOOL dal LOCH BROOM

 

Shore Street - ULLAPOOL

La SHORE STREET

 

Ma c’è tutto un mondo meraviglioso da esplorare lì intorno! E se proprio volete un consiglio, allora dovete fermarvi ad ULLAPOOL come minimo un paio di giorni, e farne la base d’appoggio da cui lanciarvi alla scoperta della regione del WESTER-ROSS (e non solo!).
Durante i mesi estivi, i più avventurosi possono prendere parte a una delle crociere giornaliere verso le SUMMER ISLES, un gruppetto di isole sciorinate al largo del LOCH BROOM, di cui una soltanto (TANERA MÒR) porta un’esile traccia di presenza umana. Pensate un po’ che lì si trovano addirittura un caffè e un minuscolo POST OFFICE indipendente, cui è concessa l’emissione dei propri francobolli!!! Lungo la rotta, colonie di uccelli marini, foche e aquile di mare sono gli incontri di routine… E se tutto ciò vi incuriosisce, ecco gli indirizzi che fanno al caso vostro: SEASCAPE EXPEDITIONS e SHERWATER CRUISES
Per chi preferisce tenere i piedi per terra, consiglio invece di saltare in macchina e cominciare a guidare… Basta spostarsi di 3 miglia in direzione nord, lungo la A835, che già ci si deve fermare!

Una delle splendide vedute appena a nord di ULLAPOOL

Una delle splendide vedute appena a nord di ULLAPOOL

 

A spingere il piede sul freno è la mezzaluna ghiaiosa di ARDMAIR, inserita in uno scenario naturale così perfetto, da far supporre che la creazione sia partita da qui. Dio ci ha proprio messo tutto: la distesa blu dell’oceano; la mole massiccia e misteriosa del BEN MORE COIGACH; una lingua verde di terra detta “ARDMAIR POINT” e l’isolotto disabitato di ISLE MARTIN, un’oasi naturalistica che dà riparo alla baia, di proprietà della comunità locale e raggiungibile in barca durante i mesi estivi.
L’uomo – di suo – ha aggiunto soltanto un campeggio e qualche casa di vacanza allineata lungo la spiaggia o in posizione sopraelevata a dominare la baia, timide presenze di civiltà in uno scenario splendidamente selvaggio.

La bellezza austera della baia di ARDMAIR

La bellezza austera della baia di ARDMAIR

 

La lingua di terra dell'ARDMAIR POINT

La lingua di terra dell’ARDMAIR POINT

 

Se invece volete sgranchirvi per bene le gambe, fare il pieno di vento e godere di panorami bellissimi sul LOCH BROOM, ancora prima di arrivare ad ARDMAIR, dovete deviare sulla sinistra dalla A835 e dirigerevi in località RHUE. Da lì parte infatti la semplice passeggiata che porta al RHUE LIGHTHOUSE, un faro moderno di per sé abbastanza insignificante, ma piazzato al centro di un ambiente naturale di notevole impatto visivo (se come noi ci andate in inverno, preparatevi a volare via!!!!)

Il faro di RHUE

Il faro di RHUE

 

Me è salendo ancora verso nord, e poi virando decisamente a ovest, (occhio alla prima svolta a sinistra dopo ARDMAIR!!!) che si intraprende uno dei viaggi più incredibili…di quelli che le Highlands soltanto possono offrire: la spedizione verso il villaggio di ACHILTIBUIE e la remota COIGACH PENINSULA.
Sedici miglia di SINGLE TRACK (strada a corsia unica) che sembrano più di cento, e i panorami grandiosi della INVERPOLLY NATURE RESERVE a riempire ogni singola “yard” ( o metro, se ragioniamo in chilometri!) finché – all’improvviso – capisci che il mondo lì è finito e che ti trovi in uno spazio vagamente “extre-terrestre”.

Il LOCH LURGAINN e la mole imponente dello STAC POLLAIDH, lungo la strada verso la

Il LOCH LURGAINN e la mole imponente dello STAC POLLAIDH, lungo la strada verso la COIGACH PENINSULA

 

Perché la COIGACH PENINSULA è davvero un luogo a sé e capitarci per caso è proprio impossibile! Fate lo sbaglio di lasciare l’auto e di mettere piede sulla distesa soffice della ACHNAHAIRD BEACH – immensa durante la bassa marea – e state certi che la vostra tabella di marcia subirà un inevitabile arresto!!!

Uno dei panorami della COIGACH PENINSULA

Uno dei panorami della COIGACH PENINSULA

 

La ACHNAHAIRD BEACH durante la bassa marea

La ACHNAHAIRD BEACH durante la bassa marea

 

Il remoto villaggio di ACHILTIBUIE

Il remoto villaggio di ACHILTIBUIE

 

Perché se il sole splende alto nel cielo, quel mix esplosivo di pascoli verdissimi, sabbia finissima e acque cristalline – sovrastate dalle cime scure dei colossi dell’ASSYNT, svettanti all’orizzonte poco più a nord – vi procurerà giusto quel lieve stordimento, capace di azzerare il senso del tempo!

Delle meraviglie raggiungibili da ULLAPOOL in direzione sud – DUNDONNEL, LITTLE LOCH BROOM, GRUINARD BAY, tanto per fare qualche nome – parleremo la prossima volta…troppa, troppa bellezza che proprio non può entrare in un singolo post!!!!

 

I MIEI INDIRIZZI PREFERITI:

WATERSIDE B&B un vero gioiellino di bed & breakfast, in posizione privilegiata lungo il porto. Dispone di tre stanze soltanto, non troppo spaziose, ma accoglienti e intime come piccoli nidi dal sapore marinaro. Ciliegina sulla torta: le fantastiche finestre cui restare incollati a salutare i ferries in arrivo o in partenza da/verso l’isola di LEWIS (Ebridi Esterne). Inutile dire che è gettonatissimo e va prenotato con largo anticipo!

SKYLARK B&B una casa nuova, ariosa e piena di luce, appollaiata in cima alla collina che sovrasta la ARDMAIR BAY. I panorami sono assolutamente fantastici e le stanze (due soltanto) essenziali, ma immacolate e molto confortevoli! Delizioso il ballatoio su cui viene servita l’ottima colazione, di fronte allo spettacolo del cielo e del mare, sempre in scena fuori dalla finestra…

THE CEILIDH PLACE  un luogo davvero eccezionale che è hotel, ostello, caffè, libreria, ristorante, sede di concerti ed eventi vari. Da non perdere assolutamente, per una cena speciale o una pinta di birra a suon di musica dal vivo!

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Stefania
    9 febbraio 2016 at 11:15

    Che dire? Hai già detto tutto tu con questo meraviglioso post dedicato a ULLAPOOL. I tuoi racconti hanno il potere di catapultare le persone direttamente nel luogo di cui parli… descritto sempre tutto alla perfezione… luoghi che non si puo’ non amare… Sono assolutamente d’accordo con te quando dici che vivresti in questo delizioso paese quale è Ullapool. Quale meta migliore dopo magari un anno intero di stress accumulato per vari motivi?????
    Dimmi se decidi di andare …… potrei seguirti in un batter d’occhio.
    Cara amica mia continua a scrivere cosi’ e farai contenti tutti i tuoi lettori. Un abbraccio Stefy

  • Reply
    ilaria
    9 febbraio 2016 at 13:46

    Grazie mille Stefy, leggere i tuoi commenti è sempre un grande piacere! Se decido di mollare tutto e ritirarmi là ti faccio un fischio… E’ un posto davvero fantastico, dove credo che vivrei benissimo!!!!! Dedicandomi sempre, naturalmente, alla scrittura… quale fonte d’ispirazione migliore di una finestra affacciata sul fiordo??? Credo proprio piacerebbe un sacco anche a te! Baci Ilaria

  • Leave a Reply

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.