Gran Bretagna Scozia

Stregata da Edimburgo

Questo post non può che aprirsi così, con l’immagine fiabesca del CASTELLO di EDIMBURGO, immortalato dal grande spazio aperto dell’ESPLANADE, in una notte fredda e piovosa di questo inizio d’anno…

Il CASTELLO di EDIMBURGO visto dall'Esplanade

Il CASTELLO di EDIMBURGO visto dall’Esplanade

 

Perché Edimburgo non sarà la capitale più grande o famosa d’Europa e neppure quella che gode del clima migliore, ma di sicuro è la più bella e affascinante…

Uno degli indimenticabili panorami della città

Uno degli indimenticabili panorami della città

 

Irresistibile  come un filtro d’amore e intrigante come una fiaba che narra storie di fantasmi!
Questo almeno per me, che ogni volta che vado in Scozia ne riparto lasciandoci un bel pezzetto di cuore… E se ormai ve ne sono brandelli sparsi in ogni dove – sospinti dal vento fra le valli scure e i loch scintillanti delle Highlands, abbarbicati alle scogliere e sepolti nelle baie deserte delle isole più sperdute – questa volta a tenerne un pezzo per sé è stata invece la città di EDIMBURGO.
Splendidamente incastonata fra picchi vulcanici, aspre colline e il grande estuario del fiume FORTH che – proprio lì – si getta nel Mare del Nord, Edimburgo possiede lo stesso fascino magnetico della terra che la ospita.
A dire il vero, nella capitale scozzese, c’eravamo stati un paio di giorni già nel 2008, in occasione del nostro primo viaggio in Scozia…ma dopo averla tagliata fuori negli otto viaggi successivi, non si poteva più rimandare: una visita più approfondita gliela dovevamo proprio! E quale occasione migliore delle festività natalizie per mettere a segno il nostro viaggio scozzese numero dieci?

VICTORIA STREET nel cuore della OLD TOWN

VICTORIA STREET nel cuore della OLD TOWN

 

È questo il periodo in cui la città si accende di luci di mille colori, combattendo alla grande il freddo e il grigiore delle brevi giornate invernali…
Un’irresistibile aria di festa soffia su Edimburgo già a cominciare da fine novembre, portando con sé il calore gioioso di una miriade di eventi che ne animano le strade fino ai primi di gennaio. Punto nevralgico sono gli EAST PRINCES STREET GARDENS, la parte est della lunga arteria verde che separa i due ventricoli della città: la OLD TOWN e la NEW TOWN, ovvero i quartieri storici – medievale e georgiano – che insieme al famoso CASTELLO, sono stati dichiarati Patrimonio dell’umanità dall’Unesco.
Proprio lì vengono allestiti la grande ruota panoramica, il vertiginoso STAR FLYER – una specie d’impressionante calcinculo luminoso, alto oltre 60 metri – e l’animatissimo mercatino europeo, mentre quello tipicamente scozzese, con prelibatezze e artigianato locali, occupa la ST ANDREW’S SQUARE.
Persino una come me, riluttante al massimo ai bagni di folla, il 31 dicembre avrebbe affrontato di buon grado il chiasso e la ressa, pur di ammirare i cieli di Edimburgo illuminarsi del più grande spettacolo di fuochi d’artificio del pianeta!!! Questo e tanto altro – fiaccolate, concerti, danze tradizionali, canti – è ciò che accade in occasione dell’HOGMANAY, la grande festa di strada cui si accede pagando un biglietto.
Purtroppo lo spettacolo ce lo siamo invece perso, obbligati dagli impegni di lavoro a partire – con un volo diretto Easyjet da Milano Malpensa – ormai a giochi fatti il primo gennaio!

Una veduta della RUOTA PANORAMICA e del CHRISTMAS MARKET nei Princes Street Gardens

Una veduta della RUOTA PANORAMICA e del CHRISTMAS MARKET nei Princes Street Gardens

 

Per chi non lo sapesse, c’è soltanto un altro momento in cui la capitale viene travolta da un’ondata mondana e festaiola ancor più grande…ed è quello dei Festival d’agosto (MILITARY TATTOO e FRINGE FESTIVAL), con il bonus di un clima più mite e di un bel po’ di ore in più di luce. Ad agosto la città è talmente affollata di turisti, che per trovare alloggio bisogna attivarsi già nel cuore dell’inverno ed essere disposti a sborsare una bella cifretta!!!

Ma lasciando perdere queste parentesi stagionali, Edimburgo è una città che conquista al primo sguardo in ogni momento dell’anno…
Le architetture severe e suggestive della OLD TOWN, il labirinto di vicoli angusti coperti da volte, i piccoli cortili segreti, i vecchi pub bui, il suono grave delle immancabili cornamuse lungo le strade gremite di turisti, i cimiteri storici abitati dagli spiriti e le eleganti case a schiera d’epoca georgiana della NEW TOWN… Quale introduzione migliore all’atmosfera unica di una terra magica e intrisa di storia come la Scozia? Tutto, a Edimburgo, parla all’immaginazione e avvolge il visitatore in quell’affascinante alone di mistero che ritroverà poi in gran parte dell’aspro e desolato paesaggio scozzese.

THE MOUND, la collina artificiale che collega la OLD TOWN e la NEW TOWN

THE MOUND, la collina artificiale che collega la OLD TOWN e la NEW TOWN

 

Come in ogni capitale che si rispetti, anche a Edimburgo ci sono “MUST SEE” assoluti, che nessun turista potrà farsi mancare:
l’imponente CASTELLO abbarbicato allo sperone roccioso di un antico vulcano estinto (CASTLE ROCK), così rappresentativo di Edimburgo che visitarlo è un salasso inevitabile! (16,50 sterline a persona)

L'ESPLANADE del CASTELLO durante una fugace schiarita

L’ESPLANADE del CASTELLO durante una fugace schiarita

 

l’elegante ROYAL MILE, ovvero la principale arteria che attraversa la OLD TOWN collegando il CASTELLO all’HOLYROOD PALACE (residenza scozzese della regina). Ma attenzione: non troverete mai “Royal Mile” quale indirizzo ufficiale di un qualsivoglia edificio, perché in realtà è solo il nome popolare attribuito alla successione di più strade, denominate ufficialmente CASTLEHILL, LAWNMARKET, HIGH STREET, CANONGATE e ABBEY STRAND…

Gli splendidi edifici affacciati al ROYAL MILE

Gli splendidi edifici affacciati al ROYAL MILE

 

Taxi in attesa di clienti lungo il ROYAL MILE

Taxi in attesa di clienti lungo il ROYAL MILE

 

– il palazzo di HOLYROODHOUSE  situato ai piedi del Royal Mile sullo sfondo imponente dell’ARTHUR’S SEAT, nonché residenza ufficiale di Sua Maestà la regina nella città di Edimburgo. Fortemente legato alle tragiche vicende della storia scozzese e alla figura tormentata della cattolica MARY STUART, merita una visita anche soltanto per accedere alle magnifiche rovine dell’annessa HOLYROOD ABBEY. Decisamente inquietante il famoso letto di Mary, in una delle stanze in cui la regina dovette assistere all’assassinio del proprio amante per ordine del marito, Lord Damnley. Una storia a tinte forti, degna della più tragica telenovela!

La facciata del palazzo di HOLYROODHOUSE

La facciata del palazzo di HOLYROODHOUSE

 

la CALTON HILL, una magnifica terrazza panoramica – facilmente raggiungibile dall’estremità orientale di Princes Street (la principale via dello shopping) – sede di vari monumenti, come il CITY OBSERVATORY o il NELSON e lo STEWART MONUMENT, onnipresenti nel classico skyline da cartolina della città.

Panorama sulla città dallo STEWART MONUMENT, sulla CALTON HILL

Panorama sulla città dallo STEWART MONUMENT, sulla CALTON HILL

 

Ma Edimburgo è molto più di tutto questo e di risorse ne ha abbastanza per soddisfare ogni tipo di visitatore
Ecco cosa offre per:
i patiti delle atmosfere lugubri e del genere “gloomy”:
– l’antico e affascinante cimitero di GREYFRIARS (di fronte al NATIONAL MUSEUM of SCOTLAND, nella parte sud della OLD TOWN) che si dice essere abitato da presenze maligne particolarmente irrequiete

L'antico CIMITERO di GREYFRIARS

L’antico CIMITERO di GREYFRIARS

 

– il MARY KING’S CLOSE, ovvero la “Edimburgo sotterranea”, un tempo alla luce del sole e densamente popolata, poi evacuata nel ‘600 in seguito a una serie di epidemie di peste che ne decimò gli abitanti. Le fondamenta delle City Chambers (ancora oggi esistenti) furono costruite sopra i loro cadaveri. Alcune parti di questo quartiere scomparso sono oggetto di inquietanti visite guidate, sconsigliate a chi soffre di claustrofobia o a chi è debole di cuore!!!

A EDIMBURGO i fantasmi sono di casa!

A EDIMBURGO i fantasmi sono di casa!

 

per i sentimentali inguaribili:
la piccola statua del GREYFRIARS BOBBY (appena fuori dal cimitero di Greyfriars) il cagnolino protagonista di una commovente storia di lealtà e fedeltà verso il suo padrone. La tomba si trova all’ingresso del cimitero ed è facilmente riconoscibile per tutti i bastoncini lasciati dai visitatori

Il famoso GREYFRIARS BOBBY

Il famoso GREYFRIARS BOBBY

 

per chi non vuole rinunciare al trekking “spinto” nemmeno in una capitale:
imperdibile la scalata dell’ARTHUR’S SEAT, il maggiore dei sette colli su cui sorge Edimburgo (ebbene sì, proprio come Roma!), praticamente un frammento di Highlands trapiantato nel bel mezzo della città! La cima, più o meno a quota 250, può essere raggiunta da varie vie, ma la più semplice e popolare è quella che sale dal lato est dell’HOLYROOD PARK, lungo ripidi pendii erbosi che partono nei pressi di un laghetto, il DUNSAPIE LOCH

I panorami dalla cima dell’ARTHUR’S SEAT


per chi ama i luoghi defilati e i percorsi meno battuti:
Il delizioso DEAN VILLAGE, a pochi passi dall’estremità ovest di Princes Street, è ciò che resta di un antico villaggio, un tempo importante centro per la macinatura dei cereali, lungo le sponde del WATER OF LEITH. Oggi perfettamente integrato nella città, conserva intatta la placida atmosfera di piccolo nucleo di campagna

Uno scorcio del DEAN VILLAGE

Uno scorcio del DEAN VILLAGE

 

per i modaioli a caccia di locali e ristoranti di tendenza:
il quartiere di LEITH, un intrigante miscuglio di vecchio e nuovo affacciato sul Mare del Nord, che si anima la sera soprattutto nei weekend

Il quartiere di LEITH

Il quartiere di LEITH

 

per gli appassionati delle vicende della famiglia reale inglese:
irrinunciabile la visita al ROYAL YACHT BRITANNIA, una vera e propria nave varata negli anni ’50 e rimasta al servizio della regina per oltre 40 anni, con tanto di Rolls Royce e appartamenti reali a bordo! Dal 1997 è ancorata nel porto di LEITH e offre un interessante spaccato della storia della famiglia reale inglese

La sala di comando del ROYAL YACHT BRITANNIA con gli arredi originali degli anni '50

La sala di comando del ROYAL YACHT BRITANNIA con gli arredi originali degli anni ’50

 

per chi vuole concedersi un’emozionante gita fuori porta:
la Cappella di ROSSLYN, immersa nella pace della campagna 7 miglia a sud della capitale. Vero gioiello d’arte gotica portato alla ribalta dal successo del romanzo di Dan Brown “Il Codice da Vinci”, è così enigmatica e intrisa di simboli esoterici da valere, da sola il viaggio! La si raggiunge facilmente da Edimburgo prendendo l’autobus n.37 alla fermata di Princes Street (lato negozi; di fronte a Marks&Spencer)

La misteriosa CAPPELLA di ROSSLYN, poche miglia a sud di Edimburgo

La misteriosa CAPPELLA di ROSSLYN, poche miglia a sud di Edimburgo

 

per chi adora l’atmosfera autentica dei pub storici:
da non perdere il CONAN DOYLE al n.71-73 di York Place; l’HALFWAY HOUSE al 24 di Fleshmarket Close; il famoso THE WORLD’S END lungo il Royal Mile e, chicca delle chicche, il minuscolo JOLLY JUDGE – il mio ultimo amore – che vi accoglierà (d’inverno) con un magnifico caminetto acceso, se solo riuscirete a scovarlo in un cortiletto della OLD TOWN, a pochi passi dalla ST GILES CATHEDRAL.
Se invece è di un te’ e di una fetta di torta che avete voglia, andate dritti alla FORSYTH’S TEAROOM e di sicuro non resterete delusi!

PER DORMIRE:
Dopo aver lungamente parlato della città e dei suoi innumerevoli punti d’interesse, non posso esimermi dal tessere le lodi del TANTALLON PLACE B&B che tanto ha contribuito a rendere questo nostro soggiorno a Edimburgo assolutamente speciale! L’ubicazione è perfetta, in una zona elegante e tranquillissima appena a sud del centro, raggiungibile con una piacevole e breve passeggiata attraverso rilassanti giardini detti “The Meadows”. Una casa tradizionale e due sole stanze, certo non lussuose o di design, ma davvero calde, accoglienti e confortevoli (quella sul fronte della casa è la più spaziosa). Una colazione da leccarsi i baffi. Ottimi pub e ristoranti nelle immediate vicinanze, dove consumare un’ottima cena.
Ma il vero plus è lui, MIKE, il simpaticissimo proprietario, perfetto ospite e intrattenitore, capace di quello splendido calore scozzese che arriva dritto al cuore! Grazie Mike per averci regalato momenti davvero memorabili!!!!!! (un grazie, naturalmente anche alla moglie ANN, molto gentile e più riservata)

L'ingresso del TANTALLON PLACE b&b

L’ingresso del TANTALLON PLACE b&b

 

La vista dalla camera doppia sul retro

La vista dalla camera doppia sul retro

Un altro indirizzo da tenere in nota è quello del 14HART STREET un bellissimo b&b ospitato in una splendida casa nel cuore della NEW TOWN, a pochi passi da PRINCES STREET. A dire il vero, questa era la nostra prima scelta, ma nel periodo natalizio rimane chiuso. Data l’esperienza positiva al Tantallon Place, non tutti i mali vengono per nuocere…

PER MANGIARE:
THE SALISBURY ARMS è un ottimo pub per niente turistico collocato lungo la Dalkeith Road, nell’area sud della città. Offre una vasta scelta di piatti gustosi e di buona qualità in ambienti piacevolmente restaurati in chiave moderna.
THE HEWAT’S cucina di alto livello e ottimo rapporto qualità /prezzo!!!! Provare per credere! Per la massima convenienza andate in un giorno della settimana, quando vengono proposti menù a prezzo speciale…18,95 sterline o 22,95 rispettivamente per 2 o 3 portate a scelta fra tutte quelle presenti in carta! Da non perdere…
THE SOUTHERN un bar molto alla moda frequentatissimo dai giovani del posto. Offre un’incredibile varietà di birre artigianali alla spina e un menù limitato a svariati tipi di hamburgers preparati al momento e ottimamente guarniti con fragranti patatine (da provare quelle di patate dolci) e salse fatte in casa. Sono previste opzioni anche per i vegetariani (molto buono il FALAFEL BURGER)

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply
    Beatrice
    12 gennaio 2016 at 20:06

    Ilaria, sto scrivendo lo stesso articolo e ho anche praticamente le stesse foto (quella della Rosslyn Chapel ha la stessa identica inquadraturaaaa!!) 🙂 Telepatia!!!!

    • Reply
      ilaria
      12 gennaio 2016 at 21:41

      Ciao Bea, credevo che tu l’avessi già scritto…visto che ci sei andata un bel po’ prima di me!!! Benissimo, vorrà dire che terrò d’occhio il tuo blog per leggere al più presto le tue impressioni e le tue dritte su Edimburgo… C’è sempre tanto da imparare, soprattutto su mete ricche di attrattive come la capitale della nostra amata Scozia! Grazie mille per il tuo passaggio, a presto
      PS ma perchè non riesco a inserire gli Emoticons??? Vabbé fai conto che ci abbia messo la faccina che strizza l’occhio e quella che manda un bacio!!!

      • Reply
        Beatrice
        15 gennaio 2016 at 15:16

        Ma…e perchè a me non arrivano le notifiche delle risposte ai commenti anche se spunto l’apposita casella? Booooo! Le Emoticon però mi vengono 😉 🙂 Hai ragione, avrei dobuto scriverlo già molto tempo fa…ma ho troppe cose da scrivere e non so mai da che parte iniziare eheheh! A presto Ilaria!!

        • Reply
          ilaria
          15 gennaio 2016 at 15:25

          Chissà perché ma il problema ce l’ho ben presente!!! Nessuna fretta…i nostri racconti li abbiamo pronti in stand-by dentro al cuore e nella memoria, sono lì che aspettano solo di essere buttati giù! E prima o poi il momento arriva! Buona scrittura e buon tutto Beatrice, a risentirci presto!

  • Reply
    Simonetta
    28 gennaio 2016 at 14:38

    Rieccomiiiiiii ☺️
    Quante cose mi mancano ancora della Scozia!!! Non ho alternativa…devo tornarci!!!!
    Edimburgo è stupenda…soprattutto la old town… Mi mancano alcune cose…la statua del cane Bobby…la Rosslyn… E la nave reale che però non mi interessa particolarmente..so che per te è lo stesso e l’hai vista causa maltempo
    Non sono ancora mai entrata nella camera obscura e pare che da lì ci sia una bellissima vista!
    Tu sai sempre descrivere tutto così bene…così dettagliatamente…così…col cuore
    Complimenti Per le parole che usi…molti dovrebbero leggere il tuo sito prima di visitare la Scozia
    Baci
    Simonetta

    • Reply
      ilaria
      29 gennaio 2016 at 7:34

      Proprio vero Simo…quante cose da fare e vedere in Scozia e la capitale non è da meno! C’è sempre qualcosa che, per motivi di tempo (a volte anche atmosferico!), bisogna lasciarsi indietro…e si parte già con il bisogno e la voglia di ritornare!!! Senza contare che certi luoghi ti entrano così profondamente nel cuore, che vorresti non lasciarli mai…e ci devi tornare proprio per forza!!!! Grazie mille per il bellissimo commento…fra cuori rapiti ci si intende! Ti aspetto per il prossimo giro in Scozia, un bacione, a presto

  • Reply
    Luisa
    5 ottobre 2016 at 11:35

    Sono stata stregata anch’io da Edimburgo………una delle piu’ belle citta’ che io abbia mai visto.
    Camminare per strada sempre di essere immersi nella storia,è una citta’ misteriosa ed affascinante!!!!
    Ci sono gia’ stata due volte ma non mi stanco mai di ritornarci!!!
    Alcuni quartieri di Edimburgo ancora mi mancano come il Dean Village e Leith ma…….spero nel prossimo viaggio di soddisfare la mia curiosita’da turista!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • Leave a Reply

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.