Dolomiti Italia

Il LAGO DI BRAIES – La perla delle Dolomiti

Uno scorcio con la piccola chiesetta affacciata sul LAGO di BRAIES

Vi è mai capitato di rispolverare qualche scatto fatto anni prima e di sentire forte il desiderio di tornare al più presto in quegli stessi luoghi?
É quello che regolarmente succede a me, ogni volta che ributto l’occhio sulle immagini catturate in occasioni diverse al LAGO DI BRAIES.

Questa perla di lago alpino – adagiato fra i fitti boschi e i picchi dolomitici del PARCO NATURALE FANES-SENNES-BRAIES, a quota 1496 – con le sue acque gelide e profonde di un intenso colore verde smeraldo, è uno di quei luoghi in Italia che riescono – ogni volta – a farmi battere il cuore.

Uno degli emozionanti panorami che si aprono intorno al lago

Uno degli emozionanti panorami che si aprono intorno al lago

 

Il lago in versione invernale

Il lago in versione invernale

 

Preso d’assalto dai turisti in estate e ricoperto da una spessa coltre di ghiaccio d’inverno – è nelle stagioni “di mezzo” che regala il meglio di sé, quando i panorami sublimi che lo circondano ritrovano finalmente tutta la quiete e il silenzio di cui sono capaci. Vero è che la neve provvede a soffocare di bianco il fastidioso frastuono dei mesi estivi, creando un’impareggiabile atmosfera fiabesca e ovattata… Il problema è semmai che la percezione del lago di fatto sparisce, rimpiazzata soltanto da una vasta distesa ghiacciata!

La distesa ghiacciata del LAGO di BRAIES sovrastata dalla Croda del Becco

La distesa ghiacciata del LAGO di BRAIES sovrastata dalla Croda del Becco

 

A dare massimo risalto alle acque lacustri, sono invece i colori teneri e delicati del risveglio della natura o quelli caldi e intensamente variegati dell’autunno, che dipingono di suggestione infinita la stanza meravigliosa della Natura.
Venirli ad ammirare è quasi un dovere, almeno per chiunque abiti nel raggio di 500 chilometri! Arrivarci è semplice: autostrada del Brennero e uscita a Bressanone, poi direzione per la VAL PUSTERIA, seguendo le indicazioni sulla destra per la piccola VAL di BRAIES.
Il LAGO DI BRAIES vi aspetta proprio lì, in fondo all’omonima valle; quella tranquilla e poco turistica che la fiction “Un passo dal cielo” ha reso famosa.

In autunno le acque del lago si accendono di mille riflessi e colori

In autunno le acque del lago si accendono di mille riflessi e colori

 

Consigliatissima a tutti – anche ai pigri più irriducibili – la passeggiata ad anello lungo le sponde del lago, magari con una macchina fotografica al collo per immortalarne gli scorci più belli. In gran parte pianeggiante, con l’eccezione di qualche tratto in cui il sentiero sale un po’ facendosi anche più accidentato (soprattutto nella parte orientale), vi terrà piacevolmente impegnati un’ora e mezza al massimo, sempre che, come me, non perdiate la nozione del tempo nel tentativo di far entrare tanta bellezza nell’obiettivo…
Tutt’intorno, a rapire gli occhi, riflessi di cime rocciose dai colori cangianti, di fitte fronde ombrose,  di scie luminose di nuvole ballerine, di fili d’erba intrecciati lungo la riva e – su tutto – il profumo del bosco che si mescola all’energia purissima dell’aria di montagna

Uno dei bellissimi panorami che si aprono dal sentiero attorno al lago

Uno dei bellissimi panorami che si aprono dal sentiero attorno al lago

 

Riflessi autunnali sulle acque del lago

Riflessi autunnali sulle acque del lago

 

I colori dell'autunno sono davvero spettacolari

I colori dell’autunno sono davvero spettacolari

 

D’inverno – invece – niente riflessi o colori intensi a distrarre l’occhio, piuttosto un diffuso candore; mentre la parte più stretta e ripida del sentiero (lungo la sponda est) è in genere chiusa per motivi di sicurezza. Per completare il giro, non vi resterà quindi che cercare di mantenere l’equilibrio camminando direttamente sulla superficie ghiacciata del lago!

Ecco come completare il giro del lago in inverno...

Ecco come completare il giro del lago in inverno…

 

Al LAGO di BRAIES non manca nemmeno un intrigante pizzico di storia, perché il grande e fascinoso albergo che vi si affaccia fu inaugurato nel lontano 1899 e, da allora – all’esterno come all’interno – ben poco è cambiato.
Posto sotto la tutela delle Belle Arti è il luogo perfetto per chi ama gli ambienti vissuti e pieni di storie da raccontare, o per chi si volesse assicurarsi il privilegio di un indimenticabile risveglio direttamente sul lago.

Uno scorcio autunnale del PRAGSER WILDSEE Hotel

Uno scorcio autunnale del PRAGSER WILDSEE Hotel

 

L'hotel e la caratteristica palafitta di legno sul lago in versione invernale

L’hotel affacciato sul lago in versione invernale

 

Un'altra veduta del PRAGSER WILDSEE Hotel

Un’altra veduta del PRAGSER WILDSEE HOTEL

 

A completare il quadro e a rendere questo splendore di  lago alpino riconoscibile fra mille, ci sono una palafitta in legno dove, nella bella stagione, si possono noleggiare le tipiche barchette a remi e una caratteristica chiesetta in pietra grigia costruita nel 1904, in qualità di cappella dell’hotel, come luogo di preghiera per i suoi ospiti e dipendenti.

Una delle tante vedute idilliache della chiesetta del lago di Braies

Una delle tante vedute idilliache della chiesetta del lago di Braies

 

Non so se, a questo punto, le mie foto o le mie parole abbiano reso minimamente l’idea…
Quello che ancora posso dirvi è che  – quando mi trovo qui, al cospetto di scenari montani tanto spettacolari – mi capita, di tanto in tanto, di sgranare gli occhi e di pensare che, in fondo, il Canada non dev’essere poi così diverso

Paesaggi come questo non fanno forse pensare al Canada???

Paesaggi come questo non fanno forse pensare al Canada???

 

PER DORMIRE:
Chi fosse intimorito da quel cimelio storico che è l’hotel PRAGSER WILDSEE (ovvero LAGO di BRAIES in tedesco) e preferisse qualcosa di più semplice, torno a consigliare caldamente il maso STEINWANDTERHOF (a un paio di km dal lago) di cui già avevo profusamente parlato nel mio post dedicato alla memorabile ciaspolata a PRATO PIAZZA.

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply
    Ross
    8 marzo 2016 at 19:10

    Grazie Ilaria per questo tuo scritto e per le tue foto sempre bellissime. Da amanti della montagna non possiamo che apprezzare quanto hai descritto e anche ringraziarti per il suggerimento di un posto che ancora non conosciamo, ci piace allargare i nostri orizzonti. I posti belli non mancano, lontani e vicini, il bello è saperli apprezzare, saperli guardare e amare. ciao, Ro
    P.S.: ottima la scelta di visitarlo nei periodi di bassa stagione, più tranquilli e silenziosi

    • Reply
      ilaria
      9 marzo 2016 at 0:07

      Ciao Ro, che piacere grandissimo trovarti qui!!!!! Quanta bellezza a questo mondo…come dici tu, vicino e lontano! E quanto bisogno ne abbiamo! Anch’io amo moltissimo la montagna, e il massimo dei massimi è quando si unisce all’acqua… Al Lago di Braies questa magia si compie in modo perfetto e un giretto fossi in voi lo farei, sono sicura che vi piacerebbe tantissimo!!!!! Naturalmente solo come intermezzo fra un’isoletta scozzese e l’altra, eheheh…
      Un grande abbraccio

  • Reply
    Lucrezia & Stefano - In World's Shoes
    21 aprile 2016 at 17:30

    Mio Dio, foto belle da togliere il fiato… paesaggio incredibile! *_*
    Sai quando una cosa è talmente bella che non sai da dove iniziare a guardarla? Ecco, così è il tuo articolo! 😀
    E da quel che abbiamo visto…un po’ tutto il blog!
    Un saluto da noi! 🙂

    • Reply
      ilaria
      22 aprile 2016 at 20:42

      Grazie mille ragazzi! Che piacere leggere il vostro commento, vi ringrazio davvero di cuore!!! Mi sono lanciata da poco in questa avventura…con pochissimo tempo libero da dedicarle, ma tanta tanta passione! Il vostro apprezzamento mi arriva come linfa vitale. Grazie ancora, spero tornerete a trovarmi presto. Anch’io ho dato un occhio al vostro blog e l’ho trovato davvero ben fatto e molto intrigante…un saluto e un abbraccio!

  • Reply
    ANTONELLA
    22 aprile 2016 at 13:31

    … poi vedo questo e penso: allora si puo’ !!!!!!!!!!!!

  • Reply
    ilaria
    22 aprile 2016 at 20:32

    Eh sì…si può, si può!!!!!! Per fortuna qualche chicca pazzesca l’abbiamo anche qua… E il Lago di Braies è nella lista!

  • Reply
    Luisa
    16 giugno 2016 at 11:51

    che posto meraviglioso…mai visto!!!!
    Il lago è stato anche la location della fiction”Ad un passo dal cielo”…o mi sbaglio???
    Veramente superlativo come posto!!

    • Reply
      ilaria
      16 giugno 2016 at 12:26

      Esatto Luisa, il lago è proprio quello della fiction! Uno delle mie mete alpine preferite! Ti consiglio assolutamente di andarci perché, credimi, lo scenario è di quelli che valgono mille volte il viaggio! Un caro saluto e alla prossima…

  • Reply
    Stefano
    24 agosto 2017 at 20:59

    Ciao Ilaria io sono nato a Roma ma penso di essere nato tra le montagne.
    Adoro il trentino perché vado in vacanza, e credimi quando guardo le foto del lago o delle montagne non mi vergogno di dire che piango, si piango da dentro, che appartengo li, sento che la mia vita deve finire lì.
    Molto belle e spettacolari le tue foto e commenti, sai che io quando vado in quei posti non porto mai la macchina fotografica, ma non perché non mi piace ma perché faccio il pieno nel mio cuore cervello e occhi, così che nessuno sa cosa ho visto tengo dentro me colori e profumi di quei posti incantati.
    Grazie Ilaria davvero…..

    • Reply
      ilaria
      25 agosto 2017 at 7:13

      Grazie infinite Stefano per il tuo commento così sentito! Capisco esattamente quello che provi… ognuno di noi appartiene a un luogo, ne è parte e sta davvero bene solo quando si trova lì… è evidente che il tuo posto nel mondo sono le montagne del Trentino Alto Adige… aria pura, acqua che scorre, colossi di roccia svettanti verso il cielo! Anch’io adoro le nostre Dolomiti e quando cerco un po’ di pace a contatto con la natura, non troppo lontano da casa, vado lì! Io appartengo alla Scozia, al suo vento, al suo meteo imprevedibile e alla sua natura selvaggia, ma le montagne del Trentino sono il mio splendido rifugio “dietro l’angolo”, una boccata d’ossigeno quando sento di averne bisogno ma non posso volare là!!!

    Leave a Reply

    Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.